Lo Sbiancamento dei denti

Lo sbiancamento dentale dal dentista è un’operazione diventata sempre più frequente negli ultimi anni.

I denti tendono ad annerirsi nel corso degli anni a causa dell’assunzione di bevande contenenti coloranti, come il caffè, o a causa del fumo, o ancora dell’alcol; può anche accadere talvolta che siano presenti macchie dentali dalla nascita o che siano emerse a causa dell’assunzione di determinati farmaci.

Dal dentista possiamo correre ai ripari: con un trattamento della durata di circa 15-20 minuti possiamo sbiancare i nostri denti e farli tornare più vivi e brillanti senza comportare alcun danno alla struttura dei denti ed ai tessuti circostanti; ricordate che lo sbiancamento funziona solamente con i denti naturali! Non potrete quindi sbiancare capsule o corone!

Il dentista procede all’applicazione di un gel sulla parte esterna dei denti che verranno illuminati da una lampada per tutta la durata del trattamento. La luce emessa dalla lampada sbiancante attiva il gel presente sui denti, e in soli 20 minuti possiamo notare l’effettiva differenza.

Ricordatevi di non assumere bevande contenenti coloranti e di fumare per almeno 3-4 giorni dall’avvenuto sbiancamento, poiché in questo periodo i denti saranno più facilmente sottoposti ad annerimento.

Richiedete comunque al dentista tutte le informazioni necessarie prima di sottoporvi al trattamento.

Un pensiero su “Lo Sbiancamento dei denti

  1. Pingback: Notizie dai blog su Denti: no allo sbiancamento fai da te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *