Le Malocclusioni Dentali

Iniziamo con lo spiegare cos’è l’occlusione dentale:

l’ occlusione puo essere definita come la situazione che si viene a creare quando i denti dell’arcata mandibolare entrano in contatto con quelli dell’arcata mascellare contraendo una relazione funzionale. Il rapporto reciproco dei denti delle arcate antagoniste muta e si evolve in conseguenza dello sviluppo e della crescita del complesso maxillo-facciale e del fenomeno della permuta dentaria.

Lo sviluppo dell’occlusione dentale umana avviene nel periodo della:

-dentatura decidua: 6 mesi – 6 anni

-dentatura mista: 6-12 anni ( la fase più a rischio per le malocclusioni, consigliati controlli frequenti dal dentista)

-dentatura permanente: dai 12 anni alla crescita dei denti del giudizio.

Lo stabilirsi dell’occlusione dipende dallo sviluppo delle ossa mascellari e della faccia, dell’eruzione dei denti e dalle caratteristiche funzionali. Anche la crescita delle basi ossee del cranio influenza l’occlusione dentale in quanto esse veicolano le arcate dentarie nel loro insieme.

Dentatura Decidua:

Una buona dentizione decidua è una condizione determinante per una buona dentizione permanete. Alcuni difetti vanno corretti precocemente in dentizione decidua, quali vizi funzionali e posizionali, in quanto la funzione e l’ambiente sono largamente responsabili della posizione assunta dai denti. La dentatura decidua si costituisce dal 6° al 30° mese ed è formata da 20 denti: 8 incisivi, 4 canini e 8 molari.

Dentatura Mista:

Il periodo della dentatura mista dura circa 6 anni e presenta molteplici aspetti di fondamentale importanza ortodontica. L’eruzione pressochè contemporanea dei primi molari permanenti e dei primi incisivi permanenti inizia quella fase transizionale che si prolunga fino alla completa sostituzione della dentatura decidua.

L’arcata decidua è meno estesa del segmento di arcata permanente destinato a sostituirla e la differenza è più rilevante nel mascellare che nella mandibola. In tale periodo è raccomandabile eseguire visite di controllo frequenti dal dentista per prevenire malocclusioni.

La somma dei diametri mesio-distali degli incisivi decidui è nettamente inferiore a quella dei relativi permanenti

I fattori più importanti per la sistemazione regolare degli incisivi permanenti:

– Presenza di diastemi ( gli spazi interdentali)

– La crescita del diametro intercanino

-il cambiamento di curvatura dei segmenti di arcata anteriore.

Le Malocclusioni

La malocclusione è la discrepanza dei fattori che concorrono alla normalità occlusale.Questo accade quando un fattore supera il limite di compensazione degli altri provocando così squilibri maxillo facciali. La malocclusione è sempre uno scompenso di crescita di denti e di osso alveolare di basi ossee e di complesso neuromuscolare.

Le cause delle malocclusioni sono: ereditarie, cause patologiche, cause morfologiche e cause funzionali.

Ecco alcuni malocclusioni:

Deglutizioni atipica: quando la lingua non si applica interamente al palato ma si proietta in avanti fra le arcate semi aperte, andando a contatto con le labbra.

Gli aspetti più comuni delle anomalie dento mascellari provocate da comportamento atipico della lingua sono:

Morso aperto

Biprotrusione alveolo dentale anteriore

Protrusione inferiore anteriore

Morso incrociato per latero-deviazione funzionale della mandibola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *