Endodonzia

Per Endodonzia si indica quel ramo dell’ odontoiatria che si occupa della cura dell’ endodonto, ossia la parte interna di un dente, contenente la popla dentaria costituita da vasi sanguigni e nervi

I principali trattamenti di questa specialità riguardano i trattamenti di canari su denti ormai necrotici o con carie così profonde da arrivare al canale pulpare e creare male intenso e prolungato.

Le terapie endodontiche sono necessaria nel caso in cui una lesione cariosa determini un’alterazione del tessuto puplare fino alla sua necrosi.

Il medico Endodonzista procederà al trattamento del dente con una cura canalare, detta più comunemente devitalizzazione.

Le fasi diagnostiche dell’endodonzia tradizionale sono 3:

-Esame radiografico Endodorale:

radiografia endorale

L’esame radiografico è il test diagnostico più importante, e sarà utilizzato dal medico anche per il controllo post operatorio poichè  ne mostrerà l’efficacia mostrando la regressione della patologia peri-apicale e peri-radicolare.

– Test Termico:

Mediante il test termico l’endodonzista riesce a capire immediatamente le condizioni della polpa dentaria e i suoi livelli di infiammazione o di necrosi, difatti tale polpa reagisce in modo differente a secondi di stimoli caldi o freddi.

– Test di Percussione:

Tale test serve a rivelare la presenza di un’infiammazione nel legamento parodontale, ma non fornisce indicazioni specifiche sulle condizioni della polpa, poiché tale test stimola solamente le terminazioni nervose. E’ quindi un’indice diretto di possibile lesione endodontica.

Successivamente a queste fasi  diagnostiche il medico procede con la rimozione della polpa infiammata o in necrosi, successivamente avviene la fase di detersione, nella quale il medico deterge il canale con tecniche asettica sovente aiutandosi con la diga, segue poi la fase di sagomatura del canale eseguita a mano con strumenti appositi come i K-files e infine si procede con l’otturazione della camera pulpare mediante la guttaperca, un materiale inerte biocompatibile in grado di garantire una sigillatura perfetta.

Il canale cosi sigillato risulterà nelle successive lastre con la radice totalmente bianca, cosi come in questa radiografia:

radiografia canalare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *